Posts Tagged ‘cosce’

Parliamo di cosce…

November 9, 2014

Parliamo di cosce… non ho mai discusso della bellezza della coscia femminile, specie quando esaltata da grassi volumi di cellulite. Una bellezza fatta di carne e abbondanza, perchè la coscia è una delle aree del corpo dedicata interamente alla carne, sia essa muscolo o grasso opulento. Una bellezza che ha la libertà di smodare, di essere smodata, ma anche di s-moda-re, di andare oltre le apparenze e i sentimenti passeggeri per coinvolgere la passione in modo eterno, di più e oltre.

Prendete Farrah Foxx, per esempio.

La bellissima Farrah continua a ingrassarsi. Le sue cosce sono spessissime. Sono grasse e obese e trasudano cellulite, con tutti quei gnocchi e quei crateri. Se toccate l’immagine dovreste vederne una ad alta risoluzione, che mostra la grassezza delle sue gambone. Poi e’ pure alta, quindi quelli sono veri e propri letti di carne. La pienezza delle forme è confermata dai suoi fianchi molto alti e ricolmi.

image

Parlando di altezza, come si fa a non nominare SuperDome, già eletta Fat Curvy Queen qualche tempo fa. Una donna il cui punto piu’ carnoso sono proprio le cosce, lunghissime e grassissime. Una gigantessa felliniana, dalla carnagione vellutata e le curve infinite, la cui altezza (piú di un metro e novanta) nasconde nelle foto la sua vera stazza.

(more…)

Sugar Moore, la Bellissima Femmina: Un ritratto di Opulenza Sfrenata

June 2, 2009
Che meravigliosa montagna di carne... grassissima, bellissima, tantissima, tutta da stringere e palpare. I love you Sugar Moore!

Che meravigliosa montagna di carne... grassissima, bellissima, tantissima, tutta da stringere e palpare. I love you Sugar Moore!

Bellissime quelle cosce da maialona, quei fianchi enormi, gonfi, e quel ventre ripieno di burro. Sei una bella femmina matura e pronta per la monta, Sugar, lo so. Se mi mostri quelle cosce cosi’ lunghe e grosse poi, e tutta quella carne li davanti, cosa credi che desideri io? Ti voglio palpare, adorare, leccare tutta. Mi vien voglia di prenderti da dietro, cara Sugar, e strizzarti i mucchi di lardo che hai lì sui fianchi e sulla vita. Dev’essere un’esperienza incredibile e catartica.

Spero solo che tu continui ad ingrassarti senza remore, anche se sei gia’ una generosissima divinità del Grano. Tutto quel grasso non lascia un maschio indifferente, te l’assicuro. Dentro i tuoi fianchi germoglia la vita; nel tuo ventre materno, la lussuria piu’ sfrenata. Lungo i capelli corvini e dalle tue labbra partono pensieri misteriosi, osceni. E noto una complicità, un estro di volersi ingrassare per fare schiava la mia anima di desiderio, insieme alla voluttà di allargare le cosce nel modo più sconcio, per indurmi a entrare tutto dentro di te. Un mondo di necessarie perversioni. L’oscurità della notte, in quello sguardo carnoso. E io voglio giacere lì, nel tuo oceano di grasso: tra i tuoi fianchi obesi ed osceni vorrei vivere, godere, prosperare palpandoti tutta, o Bellissima Femmina.

(Photo is (c) SugarMoore.com)


%d bloggers like this: