Archive for the ‘culone’ Category

Quanto ancora si deve ingrassare Vanilla Pear?

February 4, 2010

Cosa dite, si deve ingrassare ancora Vanilla Pear, o i suoi gnocchi di grasso sono abbastanza polposi?

When you can see big chunks of meat behind a clothed woman’s behind, you know you have found the right woman

January 18, 2010


(Uniquely Made Diva – Image is (c) courtesy of

Avete mai sorpreso i vostri amici a guardare con invidia le grasse curve della vostra donna?

December 30, 2009

(Image is (c) of bighotbombshells.com)

In un post recente ho accennato al contrasto tra uscire con una magrolina, e invece uscire insieme a una come Kellie. Il contrasto visivo sarebbe incredibile: i tuoi amici con le loro ragazzine minute e scheletriche, e poi tu, con una Donna Dea della Carne come Jenni o Kellie, le cui cosce sono molto piu’ larghe (117cm di moltitudine) del girovita di una qualsiasi delle morose dei vostri amici. Ci pensate? E’ come avere due donne in una. Loro possono solo accarezzare le cosce delle loro compagne, mentre tu non solo puoi accarezzare una pelle piu’ vellutata, ma puoi anche immergere la mano nella cellulite, puoi riempirti le mani di coscia come se fosse una vasca di stracchino.

Volevo quindi esporvi un quesito: come pensate che i vostri amici reagirebbero nel vedere le vostre mani inzuppate nella carne della vostra donna? Mi interessa sapere cosa ne pensate perchè per quanto posso testimoniare, a me e’ successo piu’ che altro di notare sguardi se non lussuriosi, di sicuro intensi.

Una volta eravamo seduti a una tavolata in una trattoria, in Italia, e mia moglie indossava un reggiseno che esponeva in modo spropositato le sue tette. Aveva una felpa attillata che tuttavia non riusciva a nascondere le montagnette del seno che era tracimato oltre il confino del reggiseno. Sorpresi il mio amico che le stava di fronte con lo sguardo completamente perso dentro quella felpa, senza ritegno alcuno. Avrei voluto suggerire alla mia bella mucca di abbassare un po’ la scollatura. Una seconda volta un altro amico, mentre apriva la porta della sua macchina per farla salire, si perse a fissare la montagna di culo della mia donna in tutto il suo metro e mezzo di fianchi.

Qual e’ la vostra esperienza? Cosa pensate che succederebbe ai vostri amici se usciste con una donna come Jenni? Dite che vi guarderebbero con disgusto, come vecchie zitelle bacchettone, o forse perderebbero i loro occhi tra i mucchi di cellulite della vostra grassona?

I fianchi straripanti di QtPie, ricolmi di grasso

December 26, 2009

(photos are (c) bigcuties.com)

Questo sì che e’ un culo. Guardate lì che razza di vitellona che è la nostra bellissima QtPie. Ha due cosce che sono più grosse di due prosciutti di quelli lardosi, pieni zeppi di tanto di quella cellulite che ti viene fame solo a guardarli. E poi quel culo. Sembra una catasta obesa di carne, un autentico mucchio di grasso puro, talmente sguignolo che viene voglia di leccarlo e succhiarlo tutto. Sembra un enorme catino di burro. Ma non e’ solo culo, e anche tutto il resto, le braccione avvolgenti, le mammelle e il ventre materno, i rotoli di carne di quella morbidissima lungo il girovita, e il dolce sorriso da balia. Per non parlare dei fianchi talmente obesi che straripano in enormi gnocchi di grasso al di fuori della sedia.

Viene voglia di allungare le mani e sollevare il lardo fuoriuscito dalla diga, come se fosse carne al mercato. E vien voglia di inchinarsi, prostrarsi ai piedi di cotanta Dea e leccare le increspature della sua cellulite, lungo le coscione da soma, continuamente messe all’ingrasso. E vien voglia di immergere la faccia dentro quei sacchi di traboccante lardo. Succhiare, leccare. Leccare, succhiare.

Me la immagino mentre va al mercato della carne. Non trovando nulla di suo gradimento, la dea scopre le cosce e i fianchi, e si mostra ai suoi servi.

“Vorrei qualcosa per ingrassare questi fianchi e queste cosce,” dice, sollevando i gnocchi di lardo sul suo bacino e strizzando le coltri di cellulite sulle sue gambe. “E’ tutta roba morbidissima, questa, palpatemi pure se non sapete cosa consigliarmi, ma sappiate che a me interessa solo accumulare cellulite.”

Viene voglia di palparle il culo e le cosce, come un animale prima di fecondare la sua grassa femmina. Che vitella da ingrasso che sei, o bellissima QtPie. Sei una dea dell’amore e della prosperita’.

The heaps on the hips of Olivia Pearadise

December 22, 2009


Olivia Pearadise is endowed with very large hips. Her thighs and hips are generously filled with softness and abundance, that her worshippers will love and adore daily. I know that for sure even if I’ve never seen the bareness of her cellulite: Olivia has the kind of fat curves that leaves no room for misunderstandings.

Probably because of the large chunks of meat on the tip of her cow sized haunches, her overstretched garments never seem able to contain the bursting nature of her flesh, which often appear to bubble up on top of her hips. Her motherly pear-shaped curves are probably a lake of jiggling opulence that quivers and bounces all over the place as she walks.

I noticed the fatness of her thighs emerges through the fabric of her pants in many occasions. This is indeed an invaluable reassurance for the casual admirer that happens to see her, either in dreams or in a material vision. Immediately he will know She is a prosperous and truly fat woman able to nourish his breed for an eternity of life.

(Thanks to Northern Goddess for letting me know about Olivia Pearadise)


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 3,359 other followers

%d bloggers like this: