Zazie Jeanette, il mio tipo di donna

miotipo-didonna

Zazie Jeanette e’ il mio tipo di donna. Grassa ovunque. Venere fin nel midollo. Il viso rotondo e rassicurante. Il petto ampio e le spalle larghe, le braccia soffici e avvolgenti. I seni grassi e liquidi come quelli di una mucca poco prima di essere munta, il latte cremoso scosso da onde perpetue, che sembrano tracimare oltre le mammelle. Il golfo del giro vita, sempre pieno di ozio dionisiaco, sempre ricco di carne di quella piu’ succosa. E poi il ventre generoso, in orgogliosa evidenza, e i larghi fianchi materni, primigeni sentori e messaggeri di vita. Su di essi giace una cascina di lardo e cellulite, accatastata in copia immensa e sorretta da due bastioni imperiali, magnificamente decorati in bassorilievo.

Le mie mani, più piccole dei gnocchi di lardo ammucchiati sopra i suoi fianchi.
La sua carne, un letto e una valle di lardarelli dolci.
Ah, Venere, io ti adoro!

Ho la fortuna, forse immeritata, di stare con una Venere siffatta. Non così grassa, ma non troppo distante. Materna, con cuscini di grasso che posso stringere e sollevare, lasciare cadere. Seni e natiche a montagna, e cosce rigogliose di cellulite. Sono rinato, rinasco grazie a queste curve.

(Images are (c) Zazie Jeanette or other respective owner)

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: