Zia Carmela come Sabrina Salerno


(Photos are (c) of siliconefree.com – Please visit them for more!)

In una torrida estate romagnola, ero con mia zia Carmela in villeggiatura.

“Zia, fai come Sabrina Salerno in Boysboysboys, quand’e’ in piscina, che si tira su le tette nel reggiseno…”

“Ma cosa vuoi, le mie mammelle sono troppo grandi… ballano troppo”

“Meglio, cosi’ tutti le guardano,” dico io.

“Sai che ho notato che i bambini mi guardano le zinne? I bambini, e poi i vecchi di 70 o 80 anni. Chissa’ perche’…”

“Ci credo, io i miei amici non riusciamo a non guardarti, e mi piace quando cammini con le tette all’infuori di fronte ai vecchi del bar… madonna come guardano!”

“Sai che a volte ne scelgo uno e lo accontento… alcuni mi chiedono sempre di toccare, e cosi’ a volte gli faccio un favore…”

“Ma cosa chiedono?”

“Uno mi chiede sempre se mi puo’ palpare le cosce, ma la maggior parte vuole tastarmi il seno. Io non lo so… chissa’ perche’ sempre il seno, ho anche i fianchi molto grassi, non solo il seno…”

“Forse perche’ e’ talmente liquido che sembra una piscina piena di latte, come Poppea…”

“Ha ha, ma cosa dici… ma non e’ poi cosi’ enorme, mi sembra.” Si piego’ in avanti un po’, per mostrare la carne delle sue mammelle da latte.

“Zia, hai due montagne di carne al posto delle tette, te…”

“Ah!” mi sorrise, “ma dai… ascolta, va bene, vengo con te in piscina… a un patto pero’.”

“Evviva ziona!” esclamai mentre ancora parlava, nonostante il condizionale di fatto. Ero al settimo cielo. Sognai di vedere i vecchi bavosi mangiarsi con gli occhi le curve bovine della zia, mentre io le strizzavo le tette.

“Vengo con te in piscina, in bikini, solo se pero’ mentre scuoto le tette, tu puoi ti ci tuffi dentro, gridando “Mamma, mamma!”

“Si’! Si’!”

“E poi ti voglio spupazzare tutto, come una volta… tra le poccie e i miei fianchi… mi sono ingrassata…”

Mi sorrise con un misto di vergogna e eccitazione. I suoi capezzoli si indurirono un bel po’, sporgendo in fuori da dentro la vestaglia. Si piego’ in avanti, mostrando anche un ettaro delle sue cosce.

“Madonna, zia, come sei tanta… e d’altra parte, se non sei materna te,…”

“Davvero ti fai spupazzare dalla zia? Davvero?”

“Si’… certo…”

Carmela gongolo’. “Guarda che se poi mi chiami Mamma, io ti voglio nutrire, eh,” mi intimo’ con un sorriso da nobile matrona romana.

“Anche perche’ mi sono ingrassata…. guarda,” mi sussurro’ sporgendosi in avanti. Si apri’ la vestaglia mostrandomi il panorama delle sue enormi mammelle sostenute appena da un reggiseno veramente enorme, eppure insufficiente a contenere l’abbondanza delle sue forme giunoniche.

“E quindi, dicevo… se poi ti viene voglia di succhiare, puoi sempre succhiare la mia cellulite… o tirare fuori una mammella e iniziare a mungermi”

“Si’, si’, certo… come una mucca, una bella muccona!”

“Ha ha,” esclamo’ divertita, “ho tanto di quel latte… e glielo faccio vedere a Sabrina Salerno, che poi non ho mai capito cos’abbia di bello, ha poche curve, cosi’ magra poi…”

“Bella mucca, sei grassa come una mucca…”

Posso dire tutto a Zia Carmela, posso essere sincero. Lei ride e mi abbraccia. Puo’ sfamare un esercito. Vuole partorire.

E mentre si incammina, con tutta la sua cellulite ballonzolante, aggiunge, “e se i vecchi ti guardano, tu nasconditi tra le mie mammelle, e stringimele forte. Sono abbondanti ma sono molto grasse, liquide,… e poi mi piacciono le tue manine dentro la mia cellulite… sono cosi’ vellutate, caro!”

Mi immagino le facce dei vecchi, mentre vedono un adolescente succhiare il latte di una donna dai seni obesi come Zia Carmela.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

16 Responses to “Zia Carmela come Sabrina Salerno”

  1. Nakar Says:

    Damn, if only I could read/speak Italian…

  2. The Fly In The Ointment Says:

    Is this part seven? If so could you please do a copy in English? I don’t know Italian and the translation tools are not much help

  3. fatcurvystories Says:

    No, this is not part 7 of the Opulenzia cycle. It’s definitely a Carmela story, like others I wrote in the past, but it is outside the main story narrated in Opulenzia. I intend to leave Opulenzia as the core storyline, and surround that with shorter “opulentiatis” stories that complement in a way the feelings and emotions already expressed there.

    I also consider the Carmela “universe” as completely bilingual: stories can equally appear in English or in Italian. Sorry, I don’t usually translate anything into anything else: it is what it is. Carmela is after all Italian and English, both sides are equally important: things born in a language are really hard to translate, at least for me.

    • northern goddess Says:

      I know that I’m boring, but I can’t see other solution than providing every entry in both languages, English and Italian, as I do with English and Spanish. That should of course mean reducing the total number of posts: 1 bilingual weekly update instead of 2 weekly ( 1 in English and 1 in Italian).

      Think, for instance, to the models featured in this site: if they find a tribute to themselves, they obviously wish to read it, but in 50% of cases it will be in Italian, so they will get annoyed, as the google translation can give them a rough idea of the subject, but without allowing them to enjoy it as a literary work.

      And Zia Carmela are those tales you can but read in your mother language.

  4. femsup Says:

    Its looks as if she needs to think how she moves those lovely fat arms to manouver round that colossal bust.Big women move in radically different ways than their thinner sisters and its a wonder to behold.

  5. maritoditettona Says:

    Che posso dire?
    Niente, sicuramente merita che anche gli amici inglesi lo capiscano.
    Se c’è bisogno posso dare il mio contributo di traduzione.
    Forse dovrei anche io riportare qualche cosa che mi è successa o qualche racconto che ho scritto prima di conoscere mia moglie.
    Complimenti e ciao a tutti

  6. fatcurvystories Says:

    maritoditettona, riporta pure! Magari potresti anche essere un ospite del blog, se ti va…😉

  7. fatcurvystories Says:

    ah tra parentesi, ora riesco a vedere una foto di una bella tettona nel tuo gravatar: e’ la dua donna immagino? Dille che e’ molto bella: di una bellezza carnosa e voluttuosa, elegante nella sua classicità. Le sue mammelle piene sono motivo di desiderio e lussuria; sono da mostrare con un reggiseno a balcone, di quelli che sporgono in avanti. I volumi liquidi e rigogliososi, accatastati come colline. Molti uomini guarderanno: oggetto di desiderio, soggetto di meraviglia.

    • maritoditettonaitoditettona Says:

      si, è mia moglie
      io glielo dico spesso e cerco di farle regali conseguenti, ma lei è un po’ troppo seria su certi argomenti per cui molto spesso i miei regali restano nel cassetto e ne viene fatto un uso saltuario sollo all’interno delle mura di casa
      come già detto com post dell’altro argomento, capita più di qualche volta che ci si soffermi qualcuno a guardarla
      ciao

    • maritoditettona Says:

      devo aver fatto un qualche casino
      beh pazienza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: