I lussi di Lena, giovane matrona romana

Lena, ingrassata da una vita di lussi smodati, mostra tutta la sua opulenza, incurante dell'incombente carestia

L’idea per questo post e’ nata da un post su The Northern Goddess e a dirla tutta, da un commento del suo autore.

Come suggerisce l’Ammiratore delle Dee Nordiche, e osservando attentamente l’opulenza delle curve della nostra, sembrerebbe che nonostante la giovane età Lena sia una matrona romana sotto mentite spoglie. I capelli scuri, il viso rotondo, lo sguardo sicuro, la carnagione chiara, le forme sontuose e principesche non fanno altro che suggerire una vita agiata, di ozi e piaceri, condita con cibi ricchi e sostanziosi. E Lena, ingrassata da anni di lussi ininterrotti, e’ in costante ricerca di attenzioni. Vuole essere sedotta, condotta in tentazione, amata, e nei migliori auspicii, pure messa in cinta. Offre il suo cuore generoso e i suoi pensieri impuri.

Mi sembra di vederla, stesa elegantemente sul triclinio dopo un pasto luculliano, mentre si accarezza l’abbondante ventre. Sotto di lei e’ inginocchiato un servo, ammanettato, dedito a succhiarle i seni, e di fianco giace un altro barbaro nudo, col compito di leccare le copiose bucce d’arancia delle sue enormi cosce. Entrambi hanno il pene in una indecente erezione, non avendo mai visto cotanta abbondanza.

Lena, la giovane Matrona, si fara’ fecondare a sua discrezione, premiando le attenzioni del piu’ passionale dei due servi. Con la crudelta’ di una meretrice e il calore di una madre, ella avvolgera’ uno nel morbido abbraccio dei suoi fianchi, obbligando il secondo a guardare la statuaria bellezza delle sue forme mentre inghiottono il piu’ fortunato compare.

I cumuli di lardo di Lena

Special thanks to Northern Goddess’ Worshipper for discovering Lena first on his blog.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 Responses to “I lussi di Lena, giovane matrona romana”

  1. northern goddess’ worshipper Says:

    Come ho già avuto modo di osservare, una delle cose che più mi piacciono di lei è la sua espressione eternamente imbronciata, come di malcelata superbia e di sottile disprezzo nei confronti del suo adoratore, quasi dicesse

    “cos’è quell’aria da ebete? Se ti ho fatto condurre nel mio talamo è per appagare i miei sensi, non i tuoi, quindi bada bene di fare il tuo dovere, altrimenti andrai a sfamare i miei coccodrilli nilotici”:

  2. fatcurvystories Says:

    … e allo stesso tempo mostra l’enorme grassezza delle sue cosce…. Il povero adoratore si sara’ inebetito così, osservando tutta quell’abbondanza quasi strafottente, consapevole del suo esistere e della sua maggiore dote rispetto alle popolane a cui il servo e’ abituato.

  3. femsup Says:

    I can imagine she has been facing us as we sit on the floor a little way away from her.Her huge plump pussy mound has been a magnet to our eyes as ti entirely fills to overflowing the front opf her knickers.She turns to show us her rear and how the thong dissapears into her mammoth bottom.

    “As you can see dear boy there is not enough room on this seat.Its supposed to be a love seat for two but my big frame fills it doesn’t it?”

    “Yes Maam you have every right to enjoy your seat for yourself”

    “Come closer so that I can talk to you and you can talk to my bottom.Yo see its time you enjoyed my seat but not the wooden one.No get your face into my bottom young man”.

    The youth submerges his whole head within the confines of her huge arse.He is subsumed within her body.She calmly but forcefully rocks back and forth realeasing his face from her bottom only for it to return and engulf his features once again.

  4. fatcurvystories Says:

    “Do you like my meat, sitting on you?” She asks, stuffing her mouth with a piece of cheesecake. Every once in a while she would roll back on his chest, opening her legs, and then she would just jiggle the flesh of her thighs, splashing her indecent beauty all over his face.

    “You are so opulently beautiful, Ma’am, how could I not enjoy such treat?”

    “Well, if you like the girth of my hips, maybe I will eat some more.” She grabs another slice of cheesecake with sincere desire. His screams of pleasure express nothing but intense love for her manners. And he dives into her vulva with the same desire she eats. His hands are digging deep into the meat of her hips, slowly but constantly squeezing fistfuls of lard.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: