Approfittarsi del lardo di tua moglie, soppesando i quintali di carne ammassati sul suo culo

thighs so fat are to be loved and loved some more - I'd cherish those mountains of cellulite my every waking moment

thighs so fat are to be loved and loved some more - I'd cherish those mountains of cellulite my every waking moment

Non resisto quando la mia donna mi passa di fianco con sto culo carico di cellulite, non riesco a non allungare la mano e a non lasciarmi andare a compiaciuti apprezzamenti. Non ho mai visto un culo così grasso in Italia. Ha questo culo a montagna, ‘ste due enormi colline di carne, gonfie, bolleggianti, tutte increspate di cellulite da fare invidia a una scrofa da ingrasso. Delle bolle di lardo che ti viene voglia di leccarle e succhiarle, fino a morderle. Altro che buccia d’arancia, qui si vede del vero lardo, sparso un po’ ovunque a gnocchetti grossi come biglie, visibili anche da sotto un vestito.

Un davanzale, una mensola arrotondata e carica di cibo di cui godere. Uno scaffale carico di carne, da stringere, palpare, leccare per giornate intere.

E allora come si fa a non approfittarsene, a non sollevare come sacchi quei 2 quintali di benessere? Come posso non dirle, “bella femmina da ingrasso, ma quanto sei tanta… fammi sentire quanto sono obese le riserve del tuo grembo: fatti palpare, dai, che avrai due quintali di lardo su quel culo!”

Sollevo quelle pesanti montagne e le soppeso, come se fossero due fiorentine. Le alzo e le stringo, cercando di palparle tutte. La marea di grasso si muove come un mare, e come un catino d’acqua cade giu’ quando la lascio precipitare. Rimbalza sguignola con fragore, dappertutto. Balla come una canoa in un maremoto, mentre cerchi di riafferarla.

E io godo nel palpare una donnona cosi’, una gigantessa materna, fertile, piena di vita, innocente ma sessuale come la piu’ esperta delle prostitute. Una donna da possedere, e da cui essere posseduti, perdendosi nell’abbondanza delle sue forme.

(Photo (c) courtesy of qtpie.bigcuties.com/)

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

One Response to “Approfittarsi del lardo di tua moglie, soppesando i quintali di carne ammassati sul suo culo”

  1. davide Says:

    perchè non metti una foto di tua moglie? a viso coperto, ovvio…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: