Archive for the ‘hips’ Category

Qane is back!

March 13, 2009
I love those big bulging hips, 100% pure cellulite, the softest and most beautiful ever!

I love those big bulging hips, 100% pure cellulite, the softest and most beautiful ever!

Ladies and gentlemen, Qane is back. And she is back with a brand new website where you can not only watch the wonders of her copious cellulite, but also admire other very curvy girls, although not as curvy as Qane. There are no new videos yet but her new photos are amazing. I really suggest you join because she has some of the best jiggling hips ever, and while chatting with me she even said she’d consider some of my ideas. Which, as you can imagine, involve a lot natural jiggling.

Anyway, in case you had forgotten, Qane is 75″ fat around her hips and that generosity makes her one of the most erotic BBW on the net. Her magnificent hips are back and it feels special to admire them again. Look at them again… they are still incredibly large, and each one is big like a basket-ball, but very soft. You will want to dive into those bulging bags of beauty. You will want to reach out and bury your whole face into those pillows, licking and squeezing everywhere like a hungry boy.

Her opulence is magical and abundant, like a river of soft elegance that seems to pop out of the screen. I love how the almost liquid oval of her butt is loaded with flesh, heaping with pleasure. And I adore how her hips become a shelf for passion, the most sincere and selfless love, willing to give life in such a luscious receptacle of lust.

(Photo is (c) Qane)

Mani Nella Carne

February 28, 2009
Afferrare quei rotoli di grasso durante l'amplesso da' un gusto da morire

Convivere con una BBW è fantastico. Oggi ero in cucina con la mia Giunone mentre preparava il pranzo, a base di hamburger fatti in casa (niente a che fare con McDonald). Mentre lei era intenta a cucinare, io mi sono avvicinato da dietro e le ho messo una mano sul bel culone rotondo. Stringevo la sua carne mentre lei maneggiava quella del bue che poi avremmo mangiato. C’era qualcosa di magico nel palpare il suo grasso in quel momento. Un’unione dei due istinti primari, un ricordo antico di caccia e desiderio, proprio lì, di fronte ad un’abbondante porzione di cibo per la mente, lo stomaco, e il sesso. Osservavo la cellulite straripare attraverso il vestito attillato e ne accarezzavo le soffici montagne, visibili e percepibili senza sforzo, segno di una vita vissuta nel piacere. E godevo, e godo nel sapere mia quella Dea, nel possederla, nell’aver provveduto al suo benessere.

Affascinato da tale abbondanza, ogni tanto le davo un piccolo schiaffetto sulla natica, per vedere la sua carne ballonzolare. Oppure le sollevavo letteralmente le montagne di lardo delle natiche e le facevo cadere giù, come se fossero sacchi pieni di grossi gnocchi di mortadella. Era uno spettacolo di vera lussuria. Tutto quell’abbondanza da divinità Epicurea si muoveva e rimbalzava come se fosse un enorme budino, con onde di carne che sbattevano fragorosamente tra loro. Il culone, essendo così gonfio di grasso, perdeva momentaneamente la sua forma a montagna e ondeggiava armoniosamente per numerosi secondi, coinvolgendo anche la coscia, piena e morbida come un prosciutto inzuppato di lardo.

Un paio di volte mi ha eccitato talmente tanto che ho dovuto montarla lì così, seduta stante, mentre aveva le mani tra la carne cruda degli hamburger. Non potei fare altro che tirarle giù i pantaloni e penetrarla da dietro, in piedi, come due bestie che si accoppiano durante il pasto. E proprio come un animale mi sono stretto a lei, riempiendomi le mani con la sua florida opulenza, aggrappandomi di volta in volta alle sue copiose maniglie dell’amore, ai mucchi di lardo acquoso accatastati sopra le natiche, o ancora ai rotoli di maternità tutt’attorno al suo ventre, o sui cumuli di cellulite delle sue cosce, guardando le mie mani scomparire dentro tutti quei bellissimi quintali di grasso. Senza peraltro dimenticare le mammelle bovine, penzolanti come morbide borraccie piene di latte.
(more…)

Some Super Dome Booty measures

February 2, 2009

So apparently SuperDome Booty, the magnificent 6’3″ (1m 90cm) tall amazon, weighs 400lb. That’s 180Kg of big fat curves for you! And when I say big I truly mean it. Her hips are supposedly 91″ (2m 31cm!) but in my opinion that’s not true. For instance, I think Asshley looks wider than her and she is “only” 75″. However I must say that Dome is taller, so… I don’t know, a comparison is hard to do. But these are the first measures I found of Super Dome, so I got pretty excited and I thought to post them. If you people know these numbers are way off or you know something more about her, please do let me know in the comments! Now enjoy the video.

(Video is (c) mercedesbbwuncut.com)

Uscire con Ms. Boricua

January 28, 2009
Click to see video!

Click to see video!

(video is (c) MercedesBBW.com)

Questa è la seconda parte di un ciclo di storie dedicato a Ms Boricua. Storie passate:
Capitolo 1

Io in generale penso sia giusto enfatizzare le bellezza di una donna, non nasconderla. Secondo il bon ton dell’amante della Bellezza, bisogna vestire la propria donna in modo che la sua opulenza sia ben visibile a tutti. Se poi avete una donna come Ms Boricua, a maggior ragione è doveroso mostrare le sue curve ad ogni occasione sociale, avendo cura di esporre le sue abbondanti doti come se fosse una mucca da carne.

Se uscissi con Boricua le farei mettere un vestito attillato e molto sottile, in modo che i gnocchi di carne sui suoi fianchi si vedano bene. Non dimentichiamoci poi che Boricua ha anche un seno generoso, che va munto regolarmente, per cui mi assicurerei che il vestito esponga anche una generosa scollatura. Ma soprattutto chiunque deve essere in grado di capire che questa è una donna dai fianchi rotondi e inzuppati di grasso.

“Ti piace questo vestito? E’ molto corto, mostra quattro ettari di cosce come piace a me…”

“Sì è bello… però, perchè non ti metti questo invece? E’ ancora più attillato…”

“Ma quello è troppo lungo! Mi arriva fino a metà coscia, addirittura…io volevo mostrare di più il grasso dei miei prosciuttoni…”

“E’ vero, è un po’ più lungo, però e’ talmente attillato che si vedono tutte le tue bolle di cellulite, tutte quelle fossette libidinose… Voglio che il lardo dei tuoi fianchi si veda papale papale anche attraverso il vestito, quasi come se fossi nuda”
(more…)

The fat hips of Melinda, an unknown goddess from the Northern lands

January 22, 2009
Una bella gigantessa, ben dotata nel reparto cosce e fianchi

Ben dotata nel reparto cosce e fianchi, un corpo da gigantessa

I just found out about this model. That’s the only nice picture I have. Her name apparently is Melinda Balogh, but that’s about all I know. She is supposedly Hungarian, but I am not sure. Balogh seems to be a Hungarian name standing by google results. Could also be German, but her last name doesn’t sound German.

If any of you guys know anything more, please post them here in the comments.

In any case she is very beautiful. She is very well endowed in the thighs and hips departments. Her lovers will certainly appreciate the generous loads of cellulite. She also looks very tall, an amazon of the Northern lands. Her thighs are full of butter and her hips can keep a baby and a man warm, throughout the whole winter.


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 3,265 other followers

%d bloggers like this: